MATTEO MANGIACAVALLO E RIBERA 5 STELLE CONVOCANO GIRGENTI ACQUE IN REGIONE

Martedì 10 dicembre si è tenuta presso la commissione ambiente e territorio dell’ARS, presieduta da Giampiero Trizzino (M5S), l’audizione sul servizio idrico richiesta congiuntamente dai deputati regionali Matteo Mangiacavallo (M5S) e Margherita La Rocca Ruvolo (UDC). E’ stata l’occasione per avere un “faccia a faccia” con i massimi vertici di Girgenti Acque, tra i quali il Presidente della società Marco Campione.

matteo-mangiacavallo

Erano presenti anche il Sindaco Carmelo Pace, il Movimento Cinque Stelle Ribera e al contempo il comitato “Sora Acqua” con la rappresentanza dell’arch. Lillo Manto e di Amedeo Riggi, l’avv. Giovanni D’Azzo per il “Comitato per l’acqua pubblica di Ribera”, Pietro Mistretta dell’associazione L’altra Sciacca, Franco Zammuto della CGIL Sciacca, numerosi esponenti politici provinciali e regionali e sindaci di alcuni comuni dell’agrigentino come Panepinto.
A dare il via all’assemblea è stato Matteo Mangiacavallo che, dopo una introduzione del problema del servizio idrico ha lasciato la precedenza alla collega La Rocca e riservandosi l’intervento di chiusura (che non ha potuto esplicare a causa della sospensione prematura dell’audizione per un acceso scontro verbale tra i dirigenti di Girgenti Acque e Franco Zammuto).

Ciò nonostante, ci ha affidato in una nota le sue intenzioni in merito: “Continuiamo la dura battaglia legale per rescindere il contratto con la Girgenti Acque. La nuova via che stiamo provando è una risoluzione per verificare con quali criteri sono state fatte le assunzioni e se ci sono state pressioni dai Sindaci. Se riusciremo a provarlo, questo rappresenterà dal punto di vista contrattuale un’arma efficace per procedere allo scioglimento per gravi inadempienze. Un’altra possibilità ci viene dal cosiddetto “coefficiente K” che viene calcolato in bolletta. Un’anomalia unica. Chiederemo ufficialmente di far mettere nero su bianco la natura di questo criterio. Non ci fermeremo fino a quando non otterremo rescissione del contratto”.

Il Sindaco Pace pone la questione subito su un piano politico con una premessa sul servizio: “Il servizio idrico che riceviamo, non è contestato nel modo, rispetto alla precedente gestione dell’EAS non c’è paragone, possiamo dire senza essere ruffiani o populisti che il servizio è eccellente. Il problema, prettamente politico, è che lo riceviamo a costi non sostenibili da qualsiasi famiglia e lo abbiamo ribadito in tutte le sedi”. Prosegue più avanti Pace: “La legge 9 del 2013 della Regione Sicilia, sana i 16 comuni che hanno infranto la legge non consegnando le reti e i comuni rispettosi si ritrovano a non poter gestire il servizio in maniera pubblica. Noi chiediamo all’assemblea e al governo di essere equiparati, i 43 comuni chiedono di avere lo stesso trattamento, possibilmente con la gestione pubblica. Alla fine, se il personale di Girgenti Acque è sgarbato, anche se io devo controllare l’operato, dovrei parlare dei funzionari del mio comune per come si comportano rispetto al cittadino che oggi tartassiamo di tasse prima di pensare a quello che fanno i funzionari di G.Acque. Nella mia città la depurazione viene fatta al 95% , non viene fatta solo nel quartiere di S.Antonino, abbiamo richiamato subito il privato a provvedere”.

L’architetto Manto interviene cosi: “Oggi in quest’assemblea sento dire che i costi elevati sono dovuti al fatto che alcuni comuni hanno consegnato le reti e altri no. Signori, chi lo doveva risolvere questo problema? Chi ha permesso a monte tutto questo e cioè la classe politica di allora. E oggi, chi avrebbe dovuto risolverlo, si trova dentro questa assemblea. Il mio interlocutore, in quanto cittadino, non è Girgenti Acque perché è un privato che fa i suoi interessi. E’ la classe politica che deve vigliare e intervenire rispetto al suo servizio. Se voi politici di allora avete approvato queste tariffe altissime, per cortesia vi volete sedere un’altra volta prima dei 30 anni per ridiscuterle? Noi cittadini con chi dovremmo parlare? Con Girgenti Acque? Non ci voglio parlare. Perché loro eseguono solo i compiti che arrivano dall’alto.. Ho sentito oggi politici dire che non si ricordano del referendum per l’acqua, oppure neanche farne nomina, allora il popolo sovrano dove lo avete lasciato? Ma con chi parlate? Al mio Sindaco devo dire che non voglio essere costretto ogni volta a discutere in commissione ambiente della qualsiasi.. I politici che hanno le responsabilità dove sono?”

Amedeo Riggi si rivolge al presidente di Girgenti Acque Campione, chiedendo due cose:
“Perché addebitate costi presunti a persone che hanno interrotto l’utenza da tempo e quando questi vi fa ricorso con l’avvocato dimostrandovi che non è stato possibile consumare acqua, gli proponete allora un accordo al ribasso chiedendo di pagare una cifra inferiore?
In una vostra nota stampa dite ai sindaci, riferendovi chiaramente a Ribera, che vi hanno usati finché gli facevate comodo e che siete stanchi di questo e li richiamate alle loro responsabilità. Mi spieghi il senso di queste gravi affermazioni”.

A seguire della sintesi scritta sono disponibili i link con i video degli interventi;

 

  • Intervento Architetto Manto: http://youtu.be/oRu-hLQdfo4
  • Intervento Amedeo Riggi: http://youtu.be/y-j65HK3hDE
  • RIBERA 5 STELLE

    Amedeo Riggi   Manto Calogero  Francesco Zambuto

    Annunci

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

    w

    Connessione a %s...