#d_EPURIAMOLI: PACE FACCIA RESTITUIRE IL CANONE DI DEPURAZIONE NON DOVUTO

Gli attivisti del Meetup Ribera 5 Stelle invitano la cittadinanza riberese al gazebo pubblico che si terrà Domenica 14 maggio dalle ore 10:00 a Ribera in piazza di fronte la sede locale per informarsi sull’iniziativa “d_EPURIAMOLI”, in particolare i cittadini residenti nel quartiere “Sant’Antonino” e chi vive in abitazioni nelle nostre campagne riberesi. Continua a leggere

Annunci

IL MEETUP SUI DISTACCHI FOGNARI A RIBERA

Distacchi fognari da parte di Girgenti Acque, facciamo chiarezza.
Si rincorrono voci sulla facoltà di Girgenti Acque di attuare il distacco fognario agli utenti morosi come se questa fosse una novità dell’ultima ora, peccato però che già da più di un anno si sapeva, e che proprio il presidente di G.A. Marco Campione lo aveva annunciato durante un audizione al comune di Ribera il 21 ottobre 2015, motivandola sulla base del concetto di Servizio Idrico Integrato: vale a dire che il servizio di erogazione dell’acqua corrente ad usi civili è inscindibile dal connesso servizio di fognatura e depurazione dei reflui; se si interrompe il primo non può essere erogato il secondo, con la conseguente di dover interrompere entrambi. Il Meetup Ribera 5 Stelle è totalmente contrario a questo ennesimo “pugno” da parte di Girgenti Acque. Così come è stato dichiarato costituzionalmente illegittimo (Cort. Cost.n. 335 del 2008) il fatto che si debba pagare la tariffa di depurazione in caso di mancanza o di impianto inattivo (come spesso è stato quello di Ribera) non si può essere sicuri che sia altrettanto inattacabile il distacco dalla fognatura. Continua a leggere

PACE, “MA CHI CI ASPETTI A FARI CAUSA A GIRGENTI ACQUE”?

Domenica 6 Marzo banchetto informativo sulle inadempienze di Girgenti Acque: -Frequenti interruzioni nell’erogazione dell’acqua; -Episodi di presenza di batteri nelle acque ad uso civile; -Pagamento illegittimo del canone di depurazione (quasi un terzo della bolletta anche dove la depurazione non funziona. Torniamo a chiedere pubblicamente per l’ennesima volta al Sindaco Pace di fare causa al gestore. Sarà soddisfatto del “servizio eccellente”?

12799301_594676994020094_855682857283468766_n

 

 

AUDIZIONE PER L’ACQUA PUBBLICA DI RIBERA 5 STELLE (90 GIORNI DI FUOCO PER L’ACQUA)

Il Meetup Ribera 5 Stelle esprime soddisfazione in merito all’audizione pubblica sulla ripubblicizzazione del servizio idrico organizzata sabato 5 settembre presso la sala convegni del Comune di Ribera. Sono intervenuti all’audizione il portavoce del M5S Matteo Mangiacavallo, l’On. Salvatore Cascio (SD), l’On. Margherita La Rocca (Udc), il Sindaco di Caltabellotta, il Presidente del Consiglio Comunale di Ribera e il consigliere comunale di maggioranza Francesco Montalbano.

11223739_534723160015478_5617643501937389569_n

 

Il Sindaco Pace ha nuovamente dichiarato l’intenzione e la voglia di riappropriarsi delle reti idriche, infatti, la prossima settimana il Consiglio Comunale dovrebbe deliberare in merito agli impegni assunti. Nell’attesa che i vari passaggi burocratici vadano a buon fine, ci auspichiamo che la volontà politica di una gestione pubblica del servizio idrico si concretizzi.
Il tempismo, la tenacia e la dedizione del Meetup Ribera 5 Stelle, vorremmo fossero fonte di ispirazione del Primo Cittadino. Il bene comune prima di tutto, la città ha bisogno di una guida e non di un capo popolo, certi di un immediato risveglio.

 

11143377_534723176682143_6480246042535716276_n

MEETUP RIBERA 5 STELLE

Patrizia Giglietta   Amedeo Riggi    Vincenzo Rossello    Manto Calogero

GIRGENTI ACQUE: DOPPIO GIOCO DELL’AMMINISTRAZIONE PACE?

600_200294192Noi attivisti del meetup Ribera 5 Stelle, intendiamo porre l’attenzione sull’ennesimo paradosso determinato dall’amministrazione riberese riguardo la questione Girgenti Acque, rimanendo vigili in attesa degli sviluppi dell’azione legale per lo scioglimento dell’ATO idrico, alla quale l’amministrazione ha aderito poche settimane dopo la consegna da parte del meetup delle 2000 firme di cittadini riberesi per il ritorno alla gestione pubblica del s.i.i.

Abbiamo chiesto urgenti chiarimenti (prot. n.21329 del 29/12/2014 ) in merito a: quali sono le sorgenti d’acqua ancora in mano al Comune; gli eventuali regolamenti o disposizioni del Sindaco riguardo la fruibilità delle pubbliche fontane; se è stata stabilita una quantità massima di acqua giornaliera alla quale il singolo cittadino può avere possibilità di approvvigionarsi; qual è il regolamento o la delibera per le forniture di acqua a mezzo autobotte, le disposizioni tariffarie e gli eventuali obblighi da parte dei cittadini non allacciati alla rete idrica o distaccati per morosità da Girgenti Acque.

In aggiunta a ciò, proponiamo al Sindaco di deliberare, avallato e supportato dal consiglio comunale:

  • sulla fruibilità delle fontane comunali da parte dei cittadini;
  • di impedire i distacchi dalla rete idrica per gli utenti morosi;
  • di utilizzare le sorgenti d’acqua di proprietà comunale per abbassare le pretese di Girgenti Acque e di trovare soluzioni, oltre al bonus acqua, per agevolare i cittadini con difficoltà economiche che non prevedano un costo dell’acqua superiore alla già salata tariffa del gestore idrico privato.

Terremo informata l’opinione pubblica su tutte le suddette questioni, fino a quando non avremo una risposta precisa dal Sindaco, anche per impedire un’eventuale futura soluzione che potrebbe vedere rientrare Girgenti Acque dalla finestra o lasciare gravare sul comune le trappole di un contratto trentennale.

CLICCA QUI PER LA COPIA DELL’ISTANZA PROTOCOLLATA AL COMUNE

Ribera 5 Stelle  08/01/2015  

F. Zambuto – A. Riggi – V. Rossello

MATTEO MANGIACAVALLO E RIBERA 5 STELLE CONVOCANO GIRGENTI ACQUE IN REGIONE

Martedì 10 dicembre si è tenuta presso la commissione ambiente e territorio dell’ARS, presieduta da Giampiero Trizzino (M5S), l’audizione sul servizio idrico richiesta congiuntamente dai deputati regionali Matteo Mangiacavallo (M5S) e Margherita La Rocca Ruvolo (UDC). E’ stata l’occasione per avere un “faccia a faccia” con i massimi vertici di Girgenti Acque, tra i quali il Presidente della società Marco Campione.

matteo-mangiacavallo

Erano presenti anche il Sindaco Carmelo Pace, il Movimento Cinque Stelle Ribera e al contempo il comitato “Sora Acqua” con la rappresentanza dell’arch. Lillo Manto e di Amedeo Riggi, l’avv. Giovanni D’Azzo per il “Comitato per l’acqua pubblica di Ribera”, Pietro Mistretta dell’associazione L’altra Sciacca, Franco Zammuto della CGIL Sciacca, numerosi esponenti politici provinciali e regionali e sindaci di alcuni comuni dell’agrigentino come Panepinto.
A dare il via all’assemblea è stato Matteo Mangiacavallo che, dopo una introduzione del problema del servizio idrico ha lasciato la precedenza alla collega La Rocca e riservandosi l’intervento di chiusura (che non ha potuto esplicare a causa della sospensione prematura dell’audizione per un acceso scontro verbale tra i dirigenti di Girgenti Acque e Franco Zammuto).

Ciò nonostante, ci ha affidato in una nota le sue intenzioni in merito: “Continuiamo la dura battaglia legale per rescindere il contratto con la Girgenti Acque. La nuova via che stiamo provando è una risoluzione per verificare con quali criteri sono state fatte le assunzioni e se ci sono state pressioni dai Sindaci. Se riusciremo a provarlo, questo rappresenterà dal punto di vista contrattuale un’arma efficace per procedere allo scioglimento per gravi inadempienze. Un’altra possibilità ci viene dal cosiddetto “coefficiente K” che viene calcolato in bolletta. Un’anomalia unica. Chiederemo ufficialmente di far mettere nero su bianco la natura di questo criterio. Non ci fermeremo fino a quando non otterremo rescissione del contratto”.

Il Sindaco Pace pone la questione subito su un piano politico con una premessa sul servizio: “Il servizio idrico che riceviamo, non è contestato nel modo, rispetto alla precedente gestione dell’EAS non c’è paragone, possiamo dire senza essere ruffiani o populisti che il servizio è eccellente. Il problema, prettamente politico, è che lo riceviamo a costi non sostenibili da qualsiasi famiglia e lo abbiamo ribadito in tutte le sedi”. Prosegue più avanti Pace: “La legge 9 del 2013 della Regione Sicilia, sana i 16 comuni che hanno infranto la legge non consegnando le reti e i comuni rispettosi si ritrovano a non poter gestire il servizio in maniera pubblica. Noi chiediamo all’assemblea e al governo di essere equiparati, i 43 comuni chiedono di avere lo stesso trattamento, possibilmente con la gestione pubblica. Alla fine, se il personale di Girgenti Acque è sgarbato, anche se io devo controllare l’operato, dovrei parlare dei funzionari del mio comune per come si comportano rispetto al cittadino che oggi tartassiamo di tasse prima di pensare a quello che fanno i funzionari di G.Acque. Nella mia città la depurazione viene fatta al 95% , non viene fatta solo nel quartiere di S.Antonino, abbiamo richiamato subito il privato a provvedere”.

L’architetto Manto interviene cosi: “Oggi in quest’assemblea sento dire che i costi elevati sono dovuti al fatto che alcuni comuni hanno consegnato le reti e altri no. Signori, chi lo doveva risolvere questo problema? Chi ha permesso a monte tutto questo e cioè la classe politica di allora. E oggi, chi avrebbe dovuto risolverlo, si trova dentro questa assemblea. Il mio interlocutore, in quanto cittadino, non è Girgenti Acque perché è un privato che fa i suoi interessi. E’ la classe politica che deve vigliare e intervenire rispetto al suo servizio. Se voi politici di allora avete approvato queste tariffe altissime, per cortesia vi volete sedere un’altra volta prima dei 30 anni per ridiscuterle? Noi cittadini con chi dovremmo parlare? Con Girgenti Acque? Non ci voglio parlare. Perché loro eseguono solo i compiti che arrivano dall’alto.. Ho sentito oggi politici dire che non si ricordano del referendum per l’acqua, oppure neanche farne nomina, allora il popolo sovrano dove lo avete lasciato? Ma con chi parlate? Al mio Sindaco devo dire che non voglio essere costretto ogni volta a discutere in commissione ambiente della qualsiasi.. I politici che hanno le responsabilità dove sono?”

Amedeo Riggi si rivolge al presidente di Girgenti Acque Campione, chiedendo due cose:
“Perché addebitate costi presunti a persone che hanno interrotto l’utenza da tempo e quando questi vi fa ricorso con l’avvocato dimostrandovi che non è stato possibile consumare acqua, gli proponete allora un accordo al ribasso chiedendo di pagare una cifra inferiore?
In una vostra nota stampa dite ai sindaci, riferendovi chiaramente a Ribera, che vi hanno usati finché gli facevate comodo e che siete stanchi di questo e li richiamate alle loro responsabilità. Mi spieghi il senso di queste gravi affermazioni”.

A seguire della sintesi scritta sono disponibili i link con i video degli interventi;

 

  • Intervento Architetto Manto: http://youtu.be/oRu-hLQdfo4
  • Intervento Amedeo Riggi: http://youtu.be/y-j65HK3hDE
  • RIBERA 5 STELLE

    Amedeo Riggi   Manto Calogero  Francesco Zambuto